Guerre romano-puniche [merdifica facile]. L'isola era un gioiello dei Fenici dalla fine del IX secolo. La classe sociale cartaginese più importante era quella delle ricche famiglie di nobili alle quali apparteneva il potere politico. Dopo un vano tentativo di riconquista nel V secolo, i Bizantini di Giustiniano sconfiggono i Vandali nel VI secolo. L'atteggiamento di attesa di Annibale è tuttavia segnato durante il famoso episodio delle "delizie di Capua"; la sua esitazione consente ai romani di organizzare la difesa della loro città anche se Annibale usa questo tempo per stringere alleanze con le città italiane e garantire loro l'autonomia[182]. I Focesi, sin dall'inizio della loro presenza nel Mediterraneo occidentale, erano dei seri concorrenti nello sviluppo degli interessi fenicio-punici, a causa del loro desiderio di sviluppare il commercio dei metalli. Le Isole Baleari, compresa Ibiza, forniscono un'unità d'élite agli eserciti di Cartagine, i frombolieri, già nel IV secolo[79]. Carthāgo).. - La più famosa e potente tra le colonie fenicie dell'Africa settentrionale. La terza guerra punica (149-146 a.C.) fu scatenata da un'offensiva romana in Africa che portò alla sconfitta e alla distruzione di Cartagine dopo un assedio di tre anni. Vengono infine schiacciati da Amilcare Barca nella parata conosciuta come "della Scia"[164][160], soprattutto a causa della fame prevalente nei loro ranghi e dell'uso di elefanti da guerra[165]. Gli episodi che circondano la perdita della Sardegna evocano anche un rifiuto del potere punico. La flotta di Cartagine e la sua crescente egemonia hanno quindi tutto ciò di cui preoccupare i Greci. Questa iscrizione, trovata sulla collina di Santa Monica, potrebbe essere stata scritta nella città etrusca di Vulci. Dopo uno scontro, Regolo viene fatto prigioniero, degli autori successivi ai fatti affermano d'essere tornato a Roma per discutere di condizioni inaccettabili di pace e d'essere tornato a Cartagine per subire il martirio. Scopri date, protagonisti, cause ed effetti delle battaglie che cambiarono la storia antica A quest’animo eguali: i liti ai liti de], « Alalia », La simultaneità della sconfitta di Cartagine in Occidente e dei persiani a Salamina apparve come obiettivo della propaganda ellenica, i Barbari apparvero sconfitti. Il territorio dell'antica città è tuttavia dichiarato sacro, cioè maledetto. Cartagine ha anche esteso la sua influenza nel Mediterraneo prendendo la Sardegna, l'isola di Malta, le Isole Baleari e la costa occidentale della Sicilia. Il centro monumentale copre i resti della capitale punica[216], in particolare il foro installato dopo un notevole sviluppo della collina di Byrsa. Dopo un intervento nel VI secolo, i Cartaginesi avrebbero guadagnato un punto d'appoggio in Spagna, nel contesto della competizione con i Focesi di Massalia. Durante la campagna siciliana i romani assicurano la fedeltà delle città, anche con massacri preventivi come a Enna[184]. Cartagine era sottomessa ai Fenici? La città non era dotata di un numeroso esercito. Le coste dell'attuale Marocco sembrano essere passate da un'influenza fenicia a un'influenza punica nel VI-V secolo[113]. Contrari eternamente, l’onde a l’onde, Inoltre, l'area di Cartagine è stata ridotta alla Chôra (territorio che corrisponde al nord dell'attuale Tunisia) e il re di Numidia Massinissa era in attesa di poter prendere una parte di questo territorio. Patria di Tertulliano, San Cipriano o Sant'Aurelio vi sono originarie. Anche se, dalla fine del VI secolo a.C., Cartagine prende possesso delle colonie fenicie del Nord Africa[62], l'espansione territoriale di Cartagine è in ritardo e considerata di solito correlata alla sconfitta di Imera nel 480 a.C.[104] M'hamed Hassine Fantar data questa preminenza del VII secolo a.C.[105]. Ancora agli inizi del VI secolo a.C., la città africana rimane rivolta verso il mare, soprattutto verso est, ma anche la penisola iberica, la Sicilia e il mondo etrusco[43]. Infine, nel 698 d.C., Cartagine fu occupata dagli Omayyadi, che di fatto la spopolarono lasciando al suo posto solo un presidio militare, mettendo così fine alla sua storia. È difficile per archeologi e storici distinguere tra Fenici e Punici negli scavi dei più antichi siti fenicio-punici occupati, in particolare nell'Africa settentrionale[53]; questa distinzione era ugualmente difficile per i contemporanei del VII secolo a.C.[54] La specifica di Cartagine è principalmente tra il VI e il V sec a.C.[55][56]. Nel consiglio del 1 giugno, 411[230][238], Agostino d'Ippona condanna l'eresia, che rimane comunque nel tempo[239]. € 46,00. Questo dispiegamento punico nella penisola iberica era destinato a compensare le perdite della Sicilia e della Sardegna prendendo possesso delle aree minerarie[170]. E naturalmente con le città greche del Sud Italia. La moderna Cartagine, al di là della sua vocazione residenziale, sembra essere investita di un affermato ruolo politico. Cartagine godeva di una buona marina da guerra il cui compito era quello di proteggere le rotte delle navi mercantili dalle navi greche con le quali vi erano interessi commerciali contrastanti. Cartagine è una città di antiche origini, oggi parte della Tunisia. La velleità punica di prendere Messina porta al conflitto, perché Roma è ora direttamente minacciata dopo aver conquistato un punto d'appoggio nel sud della penisola italiana in seguito all'avventura di Agatocle e soprattutto a causa della fine della guerra di Pirro. M'hamed Hassine Fantar da Parrot, Chéhab e Moscati 2007, Comptes rendus des séances de l'Académie des Inscriptions et Belles-Lettres. Picard, Paris, 1970 (tome 1) … Inoltre, deve pagare una forte indennità di 10.000 talenti[191]. CARTAGINE (fenicio Qart Ḥadasht; gr. L'assenza di una fonte scritta tra la fondazione della città e la seconda metà del V secolo[53] porta alla dipendenza da complesse fonti archeologiche da interpretare. Vincenzo Tusa da Parrot, Chéhab e Moscati 2007. Dopo la morte dei Gracchi fecero il loro ingresso sulla scena politica e militare romana due personaggi destinati ad entrare nella storia: Caio Mario e Lucio Cornelio Silla.Il primo, nato da una famiglia contadina originaria di Arpino, si era talmente distinto in alcune campagne militari in Africa e in Spagna, da poter aspirare al consolato. Dopo aver concluso la pace e abbandonato la Sicilia ai Romani, Cartagine deve reprimere una rivolta dei suoi mercenari (241-238 a.C.) guidata da Spendio, un mercenario campano, e da Mato, leader dei libici[157]. Tra il V e il III secolo a.C., i Cartaginesi erigono una serie di fortificazioni, il quarto secolo vede la conquista dell'intera isola[70][71]. Dopo la figura del fondatore, Giustino evoca il ruolo di Malco, un soldato che visse a metà del VI secolo. STORIA 2011/2012 “La Semplificazione dei Testi Scolastici per gli Alunni Stranieri” IPSIA A.Parma Saronno 1 il testo: Le Guerre Puniche Le Guerre Puniche (264-146 a.C.) Tra il III e il II secolo a.C. Roma combatte contro Cartagine tre guerre per controllare i commerci nel Mar Mediterraneo. I possedimenti africani di Cartagine avrebbero vissuto particolarmente male lo sfruttamento del lavoro a fini agricoli, le fonti infatti fanno eco di brutali rivolte[60]. Nel 315 a.C., il tiranno di Siracusa Agatocle conquistò Messina e nel 311 a.C., invase gli ultimi empori cartaginesi della Sicilia e assediò anche Agrigento. Essi, pur essendo privi di diritti politici, erano ben integrati nella vita economica, culturale e religiosa della città. La religione dei Cartaginesi era molto simile a quella fenicia. Cartagine: la leggenda di Didone La loro cultura > I Fenici > Cartagine Elissa (Didone nell’Eneide di Virgilio), sorella del re Pigmalione, aveva sposato lo zio Acherbas, sacerdote di Melqart e … Breve riassunto della storia della fondazione e caratteristiche di Cartagine María Eugenia Aubet ritiene che l'isola non integri lo spazio punico fino alla seconda metà del VI secolo[100]. Le città africane forniscono assistenza schiacciante ai ribelli[162][161], fornendo anche loro truppe. L'insediamento punico sull'isola dura mantenendo molti pericoli legati alle vittorie e alle battute d'arresto di questo lunghissimo periodo, fino a quando venne soppiantato da Roma dopo la prima guerra punica. Tuttavia, una coorte è di stanza in città per mantenere l'ordine ed eseguire gli ordini del proconsole. Erano prigionieri di guerra o di azioni di pirateria. Storici e archeologi datano i primi elementi archeologici di Cartagine dalla metà dell'VIII secolo a.C., dopo una datazione alla fine del primo terzo del VII secolo a.C. proposto[34]. Guerre romano-puniche [merdifica facile]. 392 Magone. Cartagine, storia breve di una delle più grandi città dell'antico mondo mediterraneo che contava circa 400 mila abitanti per lo più commercianti arricchitisi grazie alle proprie attività. La spedizione di Agatocle conobbe una serie di vittorie, anche se non era comunque in grado di prendere la capitale punica. Intorno al 410 a.C., Cartagine si riprese dalle sue battute d'arresto militari: conquistò gran parte dell'attuale Tunisia, fortificò e fondò nuove colonie nel Nord Africa; supporto le spedizioni di Annone lungo la costa africana e Imilcone nell'Oceano Atlantico. La prosperità economica di Cartagine e l'importanza delle rotte marittime per il suo commercio hanno portato la città ad armarsi di una potente flotta, progettata per scoraggiare pirati e rivali commerciali. Gli abitanti di Cartagine erano chiamati Cartaginesi. Ai generali spettava la scelta dei loro sottoufficiali. Giulio Cesare dichiara che Cartagine dovrebbe essere ricostruita, ma questa intenzione rimane lettera morta a causa del suo assassinio alle Idi di marzo nel 44 a.C.[216] La ricostruzione è opera di Augusto nel 29 a.C. La nuova città prende il nome di Colonia Julia Carthago: del vecchio nome sono apposti il nome della famiglia imperiale - i Julii - e la personificazione della concordia così desiderata dopo le guerre civili[216]. Secondo Hedi Slim, egli vuole "gettare le basi per un forte potere monarchico e militare, mentre trova le risorse economiche e umane di cui ha bisogno"[173]. ), volendo invece fregare i romani con una mossa a sorpresa. a.C., con in particolare la presa del sito di Monte Sirai[65] che testimonia l'importazione di modelli di fortificazioni orientali[64]. Come nel caso di Roma, sua nemica mortale, il nome della città comprende tutti i territori sotto la sua giurisdizione. Essi erano eletti dal popolo tra coloro che appartenevano alle classi sociali più elevate. Ora, in futuro e sempre; e sian le forze I tentativi di fornire rinforzi all'esercito di Annibale terminarono con un semi-fallimento nel 215 a.C. Il generale si rivolse alla diplomazia per trasformare la guerra a suo favore: era la prima alleanza con Filippo V di Macedonia, che cercava di aprire un nuovo fronte durante la prima guerra macedone, poi l'acquisizione di Siracusa nel 214, che viene perduta due anni dopo[183]. La prima delle tre guerre puniche ebbe inizio nel 264 a.C. Roma voleva espandersi nel mar Mediterraneo; entrò quindi in contrasto con Cartagine, che aveva il controllo dei commerci marittimi. L'installazione in Africa avviene con un contatto, se non una coesistenza[40], con un potere locale il cui nome persiste nella denominazione di un distretto territoriale, il pagus Muxi[41]. Françoise Prévot, Philippe Blaudeau, Jean-Louis Voisin et Leïla Najar, François Decret, Carthage chrétienne - Clio - Voyage Culturel. La configurazione geografica di Cartagine, come vecchia penisola, salva Cartagine, dagli inconvenienti e degli imbarazzi di Tunisi e aumenta la sua attrattiva come luogo di residenza verso le élite. Il problema principale è il possesso dello Stretto di Messina[146]. [22] Elyssa, scritto anche Alissa, è chiamata Didone tra i romani, sebbene questo secondo nome sia presente nelle fonti greche sotto forma di Deidô; l'eroina fu chiamata dagli indigeni con il nome "l'Errante"[23][24]. Tuttavia, la metà del VI secolo vede la sconfitta di Malco di fronte alle popolazioni indigene[66][67]. La città non è solo un emporio fin dall'inizio, perché ha un "destino particolare" secondo Lancel[39]. [176] Attraversa il sud della Gallia, ma evita gli alleati di Roma nella regione; Annibale riesce persino a stringere alleanze tra alcune popolazioni galliche[177]. Di questo altare non c'è alcuna traccia e molti dibattiti hanno avuto luogo sin dall'antichità al riguardo. Collettiva, Cartagine. Inizia la prima guerra contro Cartagine.Nel 260 a.C. la flotta romana distrugge quella cartaginese a Milazzo.Nel 256 a.C. fallisce la spedizione di Attilio Regolo in Africa.Nel 241 a.C. Roma ottiene la vittoria decisiva alle Egadi. La più grande prosperità sembra corrispondere all'ascesa dei Severi alla fine del II secolo e all'inizio del III secolo. Secondo le fonti più accreditate fu fondata nell'814 a. Anche il vescovo di Ippona condannò il pelagianesimo. Nel XX secolo, una teoria ha indicato che i romani spargevano sale sulle terre agricole di Cartagine per impedire la coltivazione della terra, una teoria che ora appare totalmente infondata[213], che l'Africa alla fine divenne il "granaio" di Roma[214]. A Cartagine si cambiò religione. Per quanto riguarda il posizionamento centrale del sito di Cartagine, fu una delle cause dell'installazione dei Fenici su questo sito, al fine di fornire una risposta ai pericoli che rappresentavano per il commercio fenicio il potere assiro e la concorrenza ellenica[17]. Vi erano poi i piccoli agricoltori, i pescatori, gli artigiani e gli operai che lavoravano, insieme agli schiavi, nelle fabbriche, nei cantieri navali e nelle grandi proprietà terriere dei nobili. Cartagine subisce anche un terremoto nel 306 che colpisce principalmente la zona costiera e in seguito alla quale la città ha senza dubbio lottato per riprendersi. La tradizione più comunemente accettata risale alla fondazione della città nell'814 a.C. Secondo le tradizioni più diffuse, il re del paese, Iarba, accettò di offrire loro un territorio "grande quanto poteva essere coperto da una pelle di manzo". Tuttavia, recenti scavi hanno scoperto fonti primarie più affidabili, sebbene rimangano insufficienti[4]; il prodotto di alcuni scavi conferma gli aspetti della vita a Cartagine come descritti da autori antichi, ma altri no, molte scoperte rimangono ancora poco probanti. Dopo queste perdite, Cartagine tenta di avviare negoziati di pace, proponendo di mantenere solo Lilibeo[144]. E naturalmente con le città greche del Sud Italia. Egli non attaccò più i luoghi punici fino alla sua morte avvenuta nel 289 a.C.[141]. Il Senato di Cartagine aveva tentato attraverso Annone di discutere l'importo della retribuzione dovuta[158] e radunò i mercenari a Cartagine e a Sicca. Storia antica — Guerre Puniche e Cartagine: riassunto della prima, seconda e terza guerra punica, le lotte della plebe, i tribuni della plebe, l'espansione cartaginese in Spagna, Annibale in Italia, la riscossa dei Romani, l'espansione verso oriente .